In questo articolo vado ad esporre le tre leggi naturali, di natura metafisica, che stanno dietro ad ogni evento della nostra vita. La conoscenza di queste leggi permette di rispondere ad una domanda cruciale: “Perché mi sta capitando questo?”

L’essere umano indaga da sempre, potremmo dire, sulla realtà che sta dietro alle apparenze. Per millenni l’interpretazione dell’origine dei fenomeni naturali è stata di natura mistica e religiosa, mentre da circa 400 anni si è fatta strada l’interpretazione di natura scientifica.

Il problema del metodo scientifico

La visione scientifica ha il pregio di avere una salda metodologia (il metodo sperimentale galileiano) che porta a dei dati oggettivi e verificabili. Esiste, però, un problema nel metodo scientifico quando cerca di approcciarsi alle scienze umane, dove il criterio di riproducibilità degli esperimenti non sempre è applicabile.

Un altro problema è che ad oggi – inizi del XXI secolo – la scienza accademica è orientata sul piano fisico e materiale e ignora l’esistenza della dimensione metafisica e non materiale. Quanti secoli ci vorranno ancora per accettare l’esistenza delle dimensioni sottili? Non ne ho idea, ma noi di certo non possiamo aspettare questo cambio di paradigma globale che richiederà ben più di una generazione.

Due cartelli direzionali opposti, con scritto metafisica e fisica

Se anche tu accetti l’idea dell’esistenza di un piano metafisico e che “le cause del visibile risiedono nell’invisibile” continua allora la lettura e scopri le tre cause – metafisiche – che stanno all’origine di tutti gli eventi della nostra vita.

La Legge del Dharma

In questo contesto il dharma si intende in senso personale. Non va confuso con il concetto di Dharma in senso universale dell’Induismo (l’Ordine Cosmico, il Substrato che sorregge l’intera realtà).

Il dharma personale sarebbe il corretto cammino dell’Anima. Ciò che l’Anima stessa ha deciso di attraversare prima di incarnarsi. In pratica sarebbero dharmiche quelle vicende che hanno lo scopo di farci evolvere. Il dharma personale coincide con il sentiero che ci porta al nostro Scopo Incarnativo.

La Legge del Karma

Il karma è la legge di causa-effetto metafisica. Nella sostanza è simile alla terza legge della dinamica, che afferma che per ogni azione esiste una reazione uguale e contraria.

Tutto ciò che abbiamo seminato nelle nostre vite passate – e qui bisogna ovviamente accettare l’idea che ci reincarniamo – torna a noi come un boomerang. Se abbiamo creato dolore, quel dolore ci tornerà. Se abbiamo fatto del bene. quel bene ci tornerà, in un modo o in un altro.

Un uomo fa cadere delle pedine di domino giganti che poi, messe in circolo, cadranno inevitabilmente su di lui
Ciò che facciamo, prima o poi, ci torna indietro!

La Legge di Attrazione

Il principio della Legge di Attrazione è ben noto: tutto ciò su cui portiamo attenzione in modo prevalente lo attraiamo. Se i nostri pensieri, e le nostre emozioni, sono orientati alla paura attrarremo situazioni che alimenteranno ulteriormente le nostre paure. Se i nostri pensieri-emozioni vibrano in positivo attrarremo situazioni di vita positive e felici.

Questa esposizione è certamente semplicistica. Intanto le tre leggi operano assieme, per cui non è così scontato che, se oggi inizio ad orientare i miei pensieri in positivo, da domani la mia vita diventerà positiva e serena. Dovrei essere in grado di valutare gli impegni karmici e dharmici che gravano su di me, cosa che non è possibile se non in rare occasioni.

Poi va tenuto in considerazione il principio di inerzia, per cui anni ed anni di pensieri negativi avranno comunque una loro forza residua anche se dovessi smettere di pensare in maniera distruttiva da oggi e per sempre.

E, infine, non è così semplice modificare i propri schemi di pensiero. Per cui, anche partendo con i migliori propositi, è molto probabile che tornerei più e più volte a pensare come in passato.

Detto questo… merita assolutamente iniziare il prima possibile a trasformare le proprie credenze e i propri schemi emozionali. Il momento in cui i nuovi pensieri e le nuove emozioni avranno un peso determinante per influenzare in positivo la qualità della nostra vita, arriverà di certo!

Le giuste domande da porsi

In conclusione, se vuoi comprendere le possibili cause metafisiche di un evento rispondi a queste tre domande:

1) DHARMA  “Se questo evento fosse stato progettato dalla mia stessa anima per farmi evolvere… quale insegnamento potrebbe trasmettermi?”

2) KARMA “Se questo evento derivasse da qualche azione che io ho fatto in passato, dall’aver fatto vivere ad altri quello che adesso sto vivendo io… quale azione potrebbe essere stata?”

3) ATTRAZIONE“Se io avessi attratto questa situazione per averci portato attenzione a lungo, anche solo inconsciamente… quali pensieri e stati d’animo potrei aver alimentato per generare tutto questo?”

Libro suggerito

Il libro “Le Sette Leggi Spirituali del Successo” di Deepak Chopra è breve, scorrevole ed estremamente interessante. Introduce alle leggi spirituali che, se seguite, portano al successo nella propria vita.

In questo libro ritroverai il concetto del dharma individuale, del karma e dell’attrazione (che Chopra definisce Legge dell’intenzione e del desiderio”), assieme alle leggi seguenti: Legge della potenzialità pura, Legge del dare, Legge del minimo sforzo e Legge del distacco. Per ogni legge troverai anche gli esercizi da fare per lavorare al meglio su se stessi e ottenere i risultati migliori.

“Le Sette Leggi Spirituali del Successo – Con una piccola guida agli esercizi” di Deepak Chopra (Pickwick Edizioni)



Banner per scaricare la guida I 7 Passi della Realizzazione Personale