In questo articolo ti insegnerò come creare delle affermazioni positive e delle dichiarazioni efficaci per impostare la realtà verso la manifestazione di ciò che desideri. Il potere delle parole è di grande supporto a quello della visualizzazione. Quando si abbinano una visione chiara, una corretta immedesimazione emozionale e delle frasi positive efficaci otteniamo i maggiori risultati nel gestire il potenziale della mente.

Prima di entrare nel vivo dell’articolo ti ricordo che il metodo di riferimento per gestire la propria realtà è il Reality Transurfing, che nel Corso completo di Sviluppo Integrale approfondisco molto.

Differenza tra Affermazioni e Dichiarazioni

Un’AFFERMAZIONE POSITIVA è una frase positiva che, solitamente, viene ripetuta molte volte durante la giornata. Molte intendo centinaia di volte, interiormente o ad alta voce. Spesso si usa anche scriverla, ad esempio ai miei pazienti le facevo scrivere a cicli di 21 volte per 10 giorni. Facendo annotare di fianco ogni sensazione, anche negativa, che fosse emersa durante la compilazione.

Esempi: “Ogni giorno di più ritrovo luce, forza e ed energia dentro di me, e tutto va al meglio”“La mia vita è serena e colma di gioia. Ho imparato ad apprezzare anche le piccole cose!” – “Mi amo e mi accetto così come sono. Esattamente così come sono!” 

Una DICHIARAZIONE è una sorta di “affermazione estesa”. Per lo più è composta di varie frasi che mettono a fuoco il tema su cui vogliamo lavorare. Per utilizzarla è sufficiente leggerla una volta al giorno oppure leggerla al mattino e la sera prima di dormire, cercando di immedesimarsi nella variante di vita descritta, come se già la vivessi adesso.

La dea fortuna con una cornucopia è al centro di un mandala con delle monete d'oro

ESEMPIO: “Ogni giorno di più i soldi arrivano nella mia vita in abbondanza e con fluidità. Mi do il permesso di accogliere la ricchezza e di realizzare la mia libertà finanziaria. Ogni giorno di più crescono le mie competenze finanziarie e le mie risorse economiche, realizzo i miei sogni, le mie aspirazioni, i miei desideri e quelli delle persone a me care. Sono un donatore generoso e un ricevitore eccellente!”

Raggiungi il subconscio

Preciso subito come la ripetizione delle affermazioni o la lettura di una dichiarazione deve, progressivamente, raggiungere il subconscio. Altrimenti non avrà effetto. Per far questo l’ideale è pronunciare le frasi in uno stato di rilassamento (il cosiddetto stato alpha cerebrale) in cui le porte dell’inconscio sono più aperte.

La stessa ripetizione metodica e continuativa, comunque, è di grande aiuto. Perché, poco a poco, la mente si convince di ciò che le diventa sempre più familiare (nello stesso modo in cui: “Chi va con lo zoppo impara a zoppicare”).

Suggerimenti per una frase efficace

1) utilizza frasi positive ed evita il non, per quanto possibile. Scrivere: “Non ho più paura di restare da solo/a” porta l’accento sulla vibrazione della paura e della solitudine, mentre vibra positivamente una frase tipo: “Sto molto bene con me stesso/a e, allo stesso tempo, mi apro con fiducia all’amore e ad una nuova relazione”.

2) Utilizza i verbi al presente. Usare dei tempi verbali al futuro significa impostare il risultato per un domani che non sarà mai l’oggi. La realizzazione tenderà sempre a sfuggirci.

3) Scegli delle frasi che puoi accettare. Una frase troppo distante dalla situazione attuale o con una enfasi per te eccessiva (ad es. “La mia vita è grandiosa e meravigliosa e io sto benissimo” in un momento in cui sei molto depresso) può entrare in conflitto con l’inconscio. Se dovesse accadere riformula la frase mitigandola un po’ ed usando dei termini progressivi (ad es. invece di “Sono serena/o” puoi usare “Giorno dopo giorno ritrovo la mia serenità”).

4) Focalizzati sulle emozioni e sulle percezioni che desideri vivere ed inseriscile nelle frasi (ad es. “Mi sento grato/a e felice per guadagnare più del necessario per me e per la mia famiglia”). Ciò che veramente agisce sulla riprogrammazione e che ha potere sulla realtà sono le emozioni e non i semplici pensieri. Per questo nella ripetizione cerca di contattare quelle stesse emozioni e percezioni

5) Lavora solo su te stesso/a. Non inserire le altre persone come se volessi condizionare la loro vita, neppure se il tuo intento è positivo. Non va bene, ad esempio, affermare: “Mio figlio è felice e ha trovato la sua strada lavorativa”, mentre va benissimo scrivere: “Invio pensieri di luce, amore e realizzazione a mio figlio e prego per il suo benessere”.

Libro suggerito

Il libro che suggerisco per approfondire questa tematica è: “Parole che Guariscono” di Lucia Giovannini, sunto della sua esperienza di quasi 20 anni di lavoro con Louise Hay di cui è un punto di riferimento in Italia.

Un libro molto allegro e colorato, di facile lettura. Si può leggere una frase al giorno, aprendo il libro a caso e focalizzandoci su di essa, come un mantra. Le aree tematiche del libro sono:

  • Serenità e pace interiore
  • Prosperità e lavoro
  • Tempo e cambiamento
  • Relazioni
  • Salute e peso ideale
“Parole che Guariscono – I segreti del linguaggio per la pace interiore e la serenità” di Lucia Giovannini (GDL Edizioni)

Immagine di copertina: https://unsplash.com/